— Carolyn Murphy —

UN GIORNO A FIRENZE CON CAROLYN


Il sole cala dietro Ponte Vecchio, inondando la città di una luce che ha un che di miracoloso. Carolyn Murphy, radiosa e anticonformista, incarna il fascino leggendario della città e lo accoglie in un abbraccio. Le teste dei turisti e dei locali si girano a curiosare, la sua aura sembra cristallizzare il trambusto della folla che attende di incontrare i capolavori degli Uffizi. La sua seduzione è pulita e sincera come il profumo di un giglio bianco. Ricorda i suoi sogni di bambina e, ubriaca di bellezza, trattiene nella memoria alcuni dei suoi sguardi da portare a casa con sè. Yin e Yang, gigli bianchi e rossi: gli opposti dove giace la culla della bellezza senza tempo.

0:00 / 0:00
Close [esc]

DIETRO LE QUINTE


PETER LINDBERGH


Un ringraziamento a Peter Lindbergh – maestro della fotografia in bianco e nero – e a Carolyn Murphy. Ancora una volta ci avete dimostrato che dove ci sono delle eccellenze in gioco, il miracolo avviene. Avete realizzato immagini di grande impatto, comunicazione perfetta di stile ed eleganza, scatti di quella “Bellezza senza Tempo” di cui Buccellati è allo stesso tempo testimone ed autore.

Close [esc]